Incontri causali

Ho rivisto Sara, qualche giorno fa, una mia amica del liceo che non vedevo da molto tempo. Ci siamo trovate in città mentre stavo andando a fare la spesa, lei aveva da sbrigare delle pratiche per la vecchia casa dei suoi genitori che hanno venduto qualche tempo fa, per poco non ci scontravamo dietro a un angolo!

Quando ci siamo riconosciute siamo rimaste un po’ di secondi a bocca aperta, quasi fossimo allo specchio, per lo stupore di una coincidenza così assurda. Abbiamo subito deciso di fissare una serata per andare fuori a cena insieme e parlare del più e del meno, e ieri siamo andate al ristorante giapponese per una scorpacciata di sushi come si deve.

E’ fidanzata, adesso, da 8 anni e convive con la sua dolce metà. Lui fa il rappresentante di materassi memory foam, quei supporti che fanno bene alla schiena per dormire che credo di aver visto pubblicizzati in TV. Lei lavora a un giornale locale, e sono molto felice di questo: mi ricordo benissimo quanto faticò alle superiori per rendere vivo il giornalino della scuola. Non lo comprava mai nessuno, a parte la bidella Rossana, ma a lei non era mai interessato, scriveva pezzi interessantissimi sia che fossero letti da 2 persone, sia che da 100.

Ha preso il tesserino, finalmente, dopo due anni a sgobbare con uno stipendio veramente misero che l’ha costretta ad affiancare altri mille lavori a quello principale per poter pagare l’affitto e tutto il resto. Ovviamente, la situazione relativa alla retribuzione non è che le sia migliorata di molto – e a chi migliora di questi tempi? – però è già un passo avanti che le apre tante porte.

Le ho raccontato del mio ex marito, notando subito in Sara uno sguardo perplesso, dato che non sapeva neppure che fossi sposata. In effetti, il mio matrimonio è stato davvero memorabile per quanto fu minimale, alla cerimonia eravamo in due invitati: io e lui. Il ricevimento di nozze lo consumammo in un fast food, perché subito avevamo l’aereo per andare in luna di miele.

Comunque, mi ha fatto veramente molto piacere rivederla, mi auguro si possa replicare…ma stavolta offre lei!


Posted in News by with no comments yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *